L´IDEA

 

L’idea di realizzare il primo impianto energetico biologico in esposizione è nata già anni fa. Partendo dalla consapevolezza, che, non limitando le emissioni di anidride carbonica, a lungo termine il capitale più grande della Valle del Gail, il suo paesaggio naturale straordinario, ne pagherebbe le conseguenze, l’abbandono dell’energia fossile è stata una scelta logica.

Come lo è anche il perseguimento costante del nostro modello aziendale, che si basa sui criteri del marchio ecologico europeo (Eco-label dell’UE), con il quale l’Alpencamp è certificato già dal 2005, come uno su solo 16 campeggi europei.

La nostra decisione di realizzare il nuovo impianto di riscaldamento in modo che fosse accessibile a tutti, è stata influenzata dalla circostanza, che noi, per sei anni, abbiamo gestito il mondo dell’acqua e dell’energia “Hydro- Solar”.

Che cosa differenzia il nostro impianto di riscaldamento ecologico da altri progetti?

Una novità assoluta, per esempio, è l’impiego di un sistema di regolazione Intranet in un impianto di riscaldamento di quest’ordine di grandezza. Un sistema di comando di tale complessità era stato utilizzato finora solo nell’ambito di grandi impianti industriali.
Priorità centrale di questo complesso sistema di regolazione è, ridurre il più possibile il tempo d’attività del serbatoio, senza dover affrontare difficoltà di approvvigionamento, sfruttando, parallelamente, al massimo l’energia solare.

Un’altra novità del nostro sistema è che, per la prima volta, una regolazione visualizzata è trasmessa in tempo reale e in modalità protetta in Internet. Tutti gli interessati hanno quindi la possibilità di accedere, dovunque essi si trovino, alla nostra regolazione d’impianto.

Questo IMPIANTO DI RISCALDAMENTO ECOLOGICO non sarà ovviamente lasciato allo stato attuale; serve nello stesso tempo come oggetto di ricerca e presentazione per diversi altri progetti e sistemi con prestazioni simili.